La maggior parte degli interventi chirurgici del piede e caviglia possono essere eseguiti in anestesia periferica con un blocco del dolore a livello della caviglia ed eventualmente con una sedazione endovenosa per ulteriore tranquilità. Se poi non esistono problemi particolari la dimissione avviene lo stesso giorno dell'intervento chirurgico. Per chi giunge la clinica da lontano è possibile rimanere in clinica la notte dell'intervento per poi facilitare il trasporto a domicilio il giorno successivo. 

Gli unici interventi che vengono eseguiti in anestesia spinale sono l'artroscopia di caviglia, la sostituzione protesica della tibio tarsica e i grossi interventi eseguiti sull'osso del retropiede (artrodesi della tibio tarsica o della sottoastragalica, osteotomie di traslazione del calcagno, innesti ossei per neoformazioni ossee). Questi interventi richiedono una notte di ricovero con dimissione la mattina seguente l'intervento. La sostituzione protesica di caviglia richiede 7-10gg di ricovero.

Gli interventi eseguiti sul piede dei bambini (età sopra i 9 anni) sono praticamente tutti eseguiti in anestesia locale con una lieve sedazione per via endovenosa eseguita poco prima di eseguire l'anestesia locale. La dimissione nella quasi totalità dei casi avviene lo stesso giorno dell'intervento.